domenica 9 aprile 2017

Seguire "la strada" ...

Nel post precedente credo di essere stato "prolisso" nel condividere la "linea di pensiero" che ho deciso di seguire, utilizzare macchine che utilizzano sensori in formato Super35 mm.
Esistono molte soluzioni commerciali che hanno questa caratteristica e la quasi totalità sono per me fuori "budget".
Per un semplice appassionato questo aspetto condiziona la scelta con tutte le conseguenze che ne conseguono.
Come prima cosa mi stò soffermando ad analizzare caratteristiche e costi dei vari prodotti così da poter scegliere in modo "conscio" e "mirato" in base alle mie esigenze.


Utilizzare un corpo  macchina di un certo livello senza abbinargli ottiche adeguate, però, credo sia poco sensato e per questo ho deciso di dare priorità a questo aspetto.
I corpi macchina possono essere sostituiti con maggiore facilità e frequenza mentre un'ottica, sopratutto se di buona qualità, difficilmente verrà cambiata.
Le ottiche sono un investimento a lungo termine se rispecchiano determinati requisiti e per fare la scelta corretta ho dovuto prendere atto del fatto di non essere un professionista, non avere a disposizione budget elevati e nemmeno molto tempo "libero".
Sarebbe stato inutile oltre che difficile economicamente orientarmi verso prodotti di indubbia qualità (ottica e meccanica) ma allo stesso tempo ho cercato un modo per non cadere nella forma più "effimera" del "compromesso".


Non'è stato facile scegliere perchè ho dovuto capire ed accettare le mie reali esigenze e "scontrarmi" con l'aspetto legato alle limitate possibilità economiche (del tipo "o fai una cosa o ne fai un'altra").
Il risultato mi ha spinto verso prodotti "semplici", gestiti completamente in manuale, allontanandomi dall'idea di usare sistemi dall'indubbia comodità operativa come gli zoom.
Il discorso è lungo, "soggettivo" e molto articolato ed evito di affrontarlo in questo contesto.
Il Samyang 24mm T1.5, da solo, non copre tutte le mie necessità ed ho deciso di arricchire il "pacchetto" delle ottiche scegliendo di rimanere nell'ambito della "linea economica" cine lens.
In realtà la scelta è stata quasi "forzata" considerando che altri prodotti hanno costi nettamente superiori ... .
Dopo il 24mm T1.5 il valido ed apprezzato 35mm sarebbe stato un buon complemento ma non'ho seguito questa scelta, per ora.

                       

Ho affiancato al 24mm un 50 ed un 85mm, mi è sembrata una soluzione "interessante" non sottovalutando anche gli aspetti legati a dimensione, peso e complessità degli schemi ottici.
Reputo il 35mm molto interessante ma può aspettare.
Quello che ho tenuto in forte considerazione è stato anche questo argomento "a me caro" (riporto parzialmente da Wikipedia sotto la voce "Obiettivo fotografico" che vi consiglio di leggere integralmente) :
Non è vero che al variare della focale corrisponde una diversa prospettiva. Per le regole di geometria la prospettiva non cambia se il punto di vista e l'oggetto ripreso rimangono fissi, varia solamente se ci spostiamo dal punto di ripresa. Il variare della focale è una conseguenza del cambiamento di prospettiva, non la causa. Se ci spostiamo da un punto di ripresa arretrando, cambiamo la prospettiva e le dimensioni dell'oggetto che risulterà più piccolo all'interno del fotogramma, di conseguenza cambieremo anche la focale per ingrandire l'oggetto.
La lunghezza focale degli obiettivi è quel fattore che determina l'angolo di campo della ripresa ma ciò dipende anche dalle dimensioni del supporto. Due obiettivi di focale uguale variano l'angolo di campo ripreso in base alle dimensioni della superficie sensibile al quale sono destinati.
Il 50mm T1.5 abbinato ad un sensore Super35 mm può essere pensato come medio tele e credo richieda maggiori attenzioni nell'uso ma spesso si sottovaluta la possibilità di potersi allontanare fisicamente dal soggetto così da sfruttare le caratteristiche di questa lunghezza focale.
L'85mm T1.5 credo non abbia bisogno di tante "presentazioni" ed inizia ad essere interessante per primi piani, ritratti e non solo.
Non mi dilungo, in futuro arriverà una lente macro, un super tele ed il 35 mm (a step).
A quel punto avrò completato la preparazione del "parco ottiche" e potrò concentrarmi sulla scelta del corpo macchina.
Questo passaggio richiederà tempo senza dimenticare le cose più importanti, sviluppare ed organizzare nuovi progetti.
Pianificare, sviluppare e realizzare sono, ancor prima dell'aspetto "tecnico", la "chiave vincente" per ottenere risultati.
C'è ancora molto da fare ... anzi oserei dire che c'è ancora tutto da fare !
Senza quest'ultima premessa tutto "l'armamentario" non servirebbe a niente !
Mi fermo quà e vi lascio dandovi "appuntamento" al prossimo post ... .
La Casalinga Film (Housewife Production) è sicuramente in una fase di "evoluzione".

Grazie per avermi seguito fino a questo punto.

mercoledì 22 marzo 2017

Il "primo passo" verso il cambiamento.

E' molto tempo che mi pongo "LA domanda" ... !
La domanda è :

"è il caso di aggiornare il corredo hardware e dirigermi verso prodotti di maggiore qualità indirizzati al settore prosumer o PRO sapendo che la passione per il cinema, il video ed i cortometraggi è e rimarrà un semplice hobby al quale ho anche poco tempo da dedicare ?"
(mai dire mai ... ma nella vita meglio essere realisti) 


E' da sempre che gira nella testa questa "cantilena" che alimentata dal piacere che provo ogni volta che sviluppo od "abbozzo" un'idea suffraga nel nulla a causa del peso della realtà che fà parte della vita di ognuno di noi.
Essendo convinto che buoni risultati possono essere ottenuti anche con mezzi modesti arriva in ogni caso il momento in cui i limiti di certe scelte si fanno sentire ed a quel punto si devono fare delle scelte.
"Fermare tutto e fermarsi" od "aggiornarsi" e migliorare ?
Ed in caso, fino a che punto ?!
Se guardo indietro e penso a quanto negli anni ho speso in termini di denaro e tempo la risposta mi viene spontanea ... e preferisco non pensarci !
Per questo ho deciso di dedicare maggiore importanza a questa forma di espressione a cui tengo particolarmente ed'è forse l'unica che davvero riesce a trasmettermi "soddisfazione" e "dispiacere" a seconda dei casi.
Pur rimanendo nelle mie "possibilità" stò valutando attentamente il "da farsi".


Il primo passo sarà quello di dotarmi di un'ottica tuttofare dedicata al video, trà tante ho scelto il Samyang 24mm T1.5VDSLR ED AS IF UMC II, con baionetta Canon così da poterla sfruttare con la reflex che già possiedo ed anche sul corpo macchina micro 4/3 usando un adattatore.
24mm su formato FF, 48mm su formato micro 4/3 e sopratutto 36mm su formato Super 35mm !
E' quest'ultima la strada che ho deciso di percorrere, quella del formato cinematografico Super 35mm.
Questo passaggio non avverrà nell'immediato e nemmeno in tempi vicini ma è diventato la mia meta da raggiungere.
Nel frattempo prenderò confidenza con un modo diverso di approcciare le riprese sebbene la cosa non mi è "nuova".
Mi "alleggerirò" del "superfluo" e mi focalizzerò maggiormente anche sul come trasformare i "sogni" in "realtà cinematografia" ... .
Si inizia a "giocare" ?!
Questo è un "cambiamento evolutivo", non un "gioco" od uno "sfizio" ed'è mosso ed alimentato dal desiderio di realizzare idee e progetti da tempo delineati ... di trasformarli in qualcosa di "tangibile e concreto".
Questo è il "primo passo" verso questo cambiamento e non sò fin dove mi porterà.
Perdonate la lunghezza di un articolo che in definitiva non dice niente ma, se vi fà piacere, ogni tanto visitate questo Blog che sicuramente verrà aggiornato con contenuti più mirati ed "interessanti".

A presto

Casalinga Production           Housewife Production

mercoledì 22 febbraio 2017

Pensieri - 2017

Da quando ho aperto questo Blog il desiderio di scrivere, "mostrare video", condividere idee e "progetti" è sempre stato grande ma frenato dalla paura di pubblicare articoli sterili e noiosi ... .
Questa volta, però, voglio raccontare in grandi linee la storia e quali cambiamenti ha subito la "Casalinga Production" nel tempo, oggi "Housewife Production" per "vestire panni più internazionali".

La "Casalinga Production" prende forma nel dopoguerra, tra gli anni 40/50, in una delle tante famiglie italiane .
Nasce per semplice "divertimento/gioco", sviluppava i suoi "lavori" principalmente su supporto audio ed era "gestita" (se così vogliamo dire) da 2 sorelle e 2 fratelli.

GELOSO G681
Il registratore audio a nastro Geloso G681, corredato del suo microfono a carbone, era il fulcro di avventure e storie fantastiche create, dirette e rappresentate dal nutrito staff della "compagnia".
Lo stesso mezzo ha registrato "in diretta", tramite la TV dell'epoca, il primo sbarco sulla Luna degli astronauti.


Parte delle registrazioni di quel periodo ancora "vivono" sul "magico supporto" ed inevitabilmente rifletto sugli avanzamenti tecnologici che si sono succeduti fino ad arrivare ai tempi odierni.
Uno degli esponenti della Casalinga Production era mio padre che "da grande" è diventato operatore cinematografico.
Da quì l'evoluzione della Casalinga Production in Casalinga Film ... con gli innumerevoli girati in 8 e Super 8mm ... trà i quali, "malauguratamente", c'è qualcosa anche di mio (stò forse "invecchiando" ?! HI !).

Lo dico con un pizzico di sana "nostalgia", le ore passate con mio padre trà i banchi ottici (sviluppo fotografico), eseguire commenti ed inserire musica in stile "audio dubbing" dei filmati in pellicola e non solo sono ricordi indelebili che mai dimenticherò.
La reflex Nikon e l'immancabile cinepresa a pellicola ci accompagnavano sempre in ogni dove.
Da quì la passione per questo mondo che di per sè di magico ha ben poco se non fosse uno dei mezzi creati dall'uomo per trasformare sogni, idee ed espressione in una finta realtà che ci aiuta a "comunicare, trasmettere qualcosa" al mondo reale.
Emozioni, racconti e storie "impossibili" quì diventano realtà.



Per ora mi fermo quì per non "allungare troppo il brodo".
Spero che questo primo tentativo di "avvicinamento" con voi che leggete sia stato di vostro gradimento.
Vi rimando alla "prossima puntata" ... un "secondo tempo" preannunciato.

sabato 11 giugno 2016

2016 - Anno della "riscossa" ?

Sono trascorsi quasi tre anni dall'ultimo post pubblicato sul blog.
Spero che da questo momento gli articoli saranno più frequenti ed "interessanti".
Le idee ed i progetti sono molti ma manca l'ingrediente più importante per la loro realizzazione, il tempo.


Un filtro UV e due moduli di memoria ad alta velocità ... a cosa serviranno ?!


Rinnovo il "Work in Progess" e lo "Stay Tuned".


Casalinga Productions